Omeopatia

La medicina omeopatica è olistica, quindi prende in considerazione il corpo umano nella sua interezza e non suddiviso in organi.

omeopatiaEssa nasce dall’incapacità dell’attuale scienza medica di soddisfare le innumerevoli esigenze dell’essere umano e da una nuova coscienza di autogestione della salute.

La visione olistica del malato lo considera nella sua unità biologica e psico-fisica. Con il progressivo aumentare delle diluizioni appropriate del farmaco omeopatico  si raggiungono segni e sintomi localizzati, poi, più generali, fino al “simillimum” che abbraccia l’intero quadro patologico del malato.

Resta che la verifica e la sperimentazione del protocollo omeopatico sono in continua evoluzione;  c’è molta strada da fare e dl resto qualsiasi scienza per essere ritenuta tale non deve mai esaurire né la ricerca né le mete raggiunte.